Preghiera Miracolosa e Potentissima (perché i facili rimedi non sono la strada corretta)

Ci imbattiamo ogni giorno in contenuti come “Preghiera Potentissima per..”, “Preghiera Miracolosa per..”. La verità è che non esistono rimedi facili e veloci, né tantomeno son queste le strade che Dio ci ha indicato.

Citando il titolo di un libro di papa Francesco, “la nostra fatica è preziosa per Gesù“.
Ogni giorno siamo sottoposti a una prova, la nostra vita è una prova. Sia chiaro, non è Dio che ci tenta nella prova: come direbbe San Giacomo “…Nessuno mentre è tentato dica: Vengo tentato da Dio! Dio è infatti immune dal male ed egli non tenta nessuno. Ciascuno invece è tentato, adescato e sedotto dalla sua concupiscenza“.
Gesù che si è fatto uomo come noi fu tentato da Satana. Noi siamo tentati da Satana, dal mondo e dalla nostra concupiscenza.
E come possiamo sconfiggere la prova? San Giovanni ci indica la strada:
«Chiunque è generato da Dio, sa vincere il mondo; e la vittoria che vince il mondo è la nostra fede. Chi è il vincitore del mondo, se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio?».

A Dio possiamo chiedere tutto, spiegare tutto, raccontare tutto.
Gesù, come raccontato nell’articolo dedicato al Padre Nostro, ci ha fatto un insegnamento: rivolgerci a Dio come “Abbà”, Padre.
Non possiamo esigere o, addirittura, comandare! Con amorevole affetto dobbiamo rivolgerci a Lui aprendo il nostro cuore e svelando i nostri dolori, le nostre gioie, le nostre preoccupazioni. Apriamo a Lui il nostro cuore grazie alla preghiera:
«Il grande dono della perseveranza finale», che non possiamo meritare, ma che possiamo ottenere da Dio con la preghiera.  «Pregando, — dice San Tommaso — noi impetriamo quello che non meritiamo».
Volgiamoci a Dio con amore filiale.
Riprendendo l’insegnamento di Giovanni Battista: “bisogna che egli cresca, e che io diminuisca“.
Traslando queste parole, bisogna che diminuisca il nostro ego e la nostra arroganza per far crescere la grandezza del nostro amore per la parola di Dio.

Lascia un tuo pensiero